Tour: Una settimana in Andalusia – il miglior itinerario di 6, 7 o 8 giorni

0

Una settimana in Andalusia: Quale Itinerario per 6, 7 o 8 Giorni?

Avete intenzione di trascorrere una settimana in Andalusia durante il vostro prossimo viaggio in Spagna? Siete alla ricerca del miglior itinerario?

Allora non andate oltre!

Per aiutarvi a scoprire l’Andalusia, ho preparato un itinerario molto piacevole che vi porterà a Siviglia, Cordova, Ronda, Arcos e Cadice! Non male per una settimana in Andalusia, eh?

E come al solito, in questa guida vi darò anche i miei migliori consigli per sfruttare al massimo il vostro soggiorno insieme ad un elenco dei migliori alloggi dove dormire in Andalusia in base al vostro budget.

Andalusia, itinerari consigliati: pianifichiamo il vostro viaggio in Andalusia di 6, 7 o 8 giorni!

1) Siviglia (2 giorni 1/2)

Il vostro itinerario di 1 settimana inizierà da Siviglia, la capitale dell’Andalusia.

Per visitare questa regione, avrete anche la possibilità di atterrare all’aeroporto di Malaga, che è anche abbastanza ben servito da voli internazionali. Ad ogni modo, se questa è la vostra prima vacanza in Andalusia, vi consiglio vivamente di iniziare da Siviglia.

Per la prima parte di questo itinerario, non avrete la necessità di noleggiare un’auto: infatti questa vi sarà totalmente inutile a Siviglia. Risparmiatevi le eventuali ed inutili spese di noleggio ed i problemi di parcheggio. Per raggiungere il centro della città (come per tutte le principali città), prendete l’autobus di fronte all’aeroporto: ne trovate uno ogni 30 minuti ed il tragitto di 40 minuti ha un prezzo di 4€.

A seconda dell’orario del vostro arrivo (di solito nel primo pomeriggio) del tempo necessario per prendere l’autobus e sistemarvi presso il vostro alloggio, non vi rimarrà moltissimo tempo per girare la città. La cosa migliore da fare per questo primo giorno è scoprire ciò che si trova nelle vicinanze del vostro hotel o godervi la piscina dell’hotel (se avete la fortuna di averne una, e ve lo consigliamo vivamente!).

Dopo una buona notte di sonno, è tempo di iniziare ad esplorare la città!

Il primo dei luoghi da visitare a Siviglia è la Cattedrale di Siviglia, la terza più grande del mondo. Come potrete immaginare, è davvero turistica e la coda di attesa dura spesso più di 1 ora.

I Consigli di Voyage Tips

Fortunatamente esistono 2 trucchi per evitare di fare la fila!

  1. Acquistando un biglietto salta-fila online: semplice e veloce, è possibile acquistarlo cliccando qui o qui per una visita guidata.
  2. L’altro modo è recandovi prima alla Iglesia Colegial del Divino Salvador situata a 10 minuti a piedi dalla cattedrale alle ore 11:00 (l’orario di apertura) e acquistare un biglietto combinato con la cattedrale. Questo biglietto combinato funge da biglietto salta-fila. Ha lo stesso prezzo del biglietto acquistato direttamente in cattedrale.

Impiegherete circa da 1h30 a 2h per scoprire le meraviglie della cattedrale e salire sulla cima de La Giralda, il campanile.

Giralda
La Giralda

Una volta fuori dalla cattedrale, andate a dare un’occhiata all’Archivio Generale delle Indie situato di fronte al cancello principale della Cattedrale. L’interno dell’edificio merita davvero un’occhiata, l’ingresso è gratuito e vi ci vorranno solamente 15 minuti per visitarlo.

Prima di pranzo, dovreste spendere un po’ del vostro tempo per scoprire il quartiere di Santa Cruz, attorno alla cattedrale. È il centro storico di Siviglia. Godetevi le affascinanti strade pedonali e ammirate una splendida vista sulla cattedrale dalla Plaza del Patio de Banderas.

Dato che questa è l’area turistica, troverete molti bar e ristoranti a Santa Cruz. Già, dopo questa intensa mattinata, sarà finalmente il momento (Spagnolo) di mangiare!

Quindi, godetevi una meritata pausa pranzo e poi andate alla famosa Plaza de España.

Probabilmente l’avrete già vista molte volte come immagine di copertina di Facebook di tutti i vostri amici che hanno visitato Siviglia. Eppure, rimarrete impressionati dalla sua bellezza e dalle sue dimensioni. Non mi stancherò mai di ripeterlo, ma questa è la piazza più bella che abbia mai visto in vita mia.

Potrete passeggiare, ammirare le panchine azulejos che rappresentano le province Spagnole e salire sulla terrazza per godere della vista dell’intera piazza.

Dato che solitamente fa abbastanza caldo in Andalusia, sicuramente vi farà piacere godervi una passeggiata nel parco Maria Luisa, situato proprio di fronte Plaza de España. Con le sue fontane, gli stagni ed i vicoli in ombra, questo è il posto perfetto per rinfrescarsi e riposare un po’.

Per concludere la giornata, non esitate a camminare fino a Plaza America, a sud del parco. Lì, se lo desiderate, potrete visitare il Museo Archeologico o il Museo di Arti e Tradizioni Popolari.

Adesso, probabilmente, sarà l’ora di un po’ di tapas accompagnate da un buon bicchiere di sangria!

Plaza de España Siviglia
La magnifica Plaza de España, a Siviglia

Cosa vedere a Siviglia durante questo secondo giorno in città? Bene, vi consiglio di visitare l’altro monumento da visitare assolutamente quando vi trovate in questa città: l’Alcázar di Siviglia. Probabilmente lo avrete intravisto durante il vostro primo giorno, dato che si trova proprio accanto alla Cattedrale.

Dato che c’è sempre una lunga fila di attesa, la cosa migliore da fare è essere lì all’orario di apertura o acquistare un biglietto salta-fila su internet. Una volta ottenuto il vostro biglietto, sarà tempo di scoprire questo magnifico palazzo, uno dei migliori esempi di architettura Mudéjar!

Al giorno d’oggi, l’Alcázar è ancora la residenza del Re di Spagna quando viene a Siviglia. Questo lo rende il più antico palazzo reale ancora in uso in Europa.

Oltre agli edifici, potrete anche accedere ai giardini dell’Alcázar. La visita durerà circa 2 ore. Quando avrete finito, sarà probabilmente il momento per una pausa pranzo.

Durante il pomeriggio, tra i posti da visitare a Siviglia, potrete recarvi presso la Casa de Pilatos, anch’essa situata nel quartiere di Santa Cruz. Anche se molto più piccolo dell’Alcázar, questo palazzo merita una visita per il suo bellissimo patio e per i suoi giardini ben curati.

Dopo queste 2 visite, probabilmente desidererete fare qualcosa di più rilassante. Ecco qualche mio suggerimento:

  • Godetevi una passeggiata a Siviglia, potrete recarvi nel quartiere di Triana e passeggiare lungo le sponde del fiume Guadalquivir a Calle Betis.
  • Tornate al Parco Maria Luisa per riposare un po’ all’ombra.
  • Fate una pausa rinfrescante nella piscina del vostro hotel
  • E se avete ancora voglia di visitare altre attrazioni di Siviglia, potrete andare a Plaza de Toros (solamente tramite visita guidata)

Durante il tardo pomeriggio, dovreste seriamente andare al Metropol Parasol. Questo monumento piuttosto atipico è stato criticato abbastanza per la sua architettura “piuttosto speciale” ispirata ai funghi, ma è indubbiamente il miglior posto della città in cui godersi il tramonto. La vista panoramica a 360° su tutta la città di Siviglia è davvero incredibile!

Il biglietto d’ingresso costa solamente 3€ e avrete anche un bicchiere di vino o una bibita gratis da prendere presso la caffetteria situata sulla cima di questi funghi giganti.

I Consigli di Voyage Tips

Per concludere la vostra giornata in grande stile, perché non partecipate ad uno spettacolo di flamenco? Il migliore della città si svolge al Museo del flamenco. È molto famoso, quindi dovreste davvero prenotare in anticipo. Cliccate qui per prenotarlo adesso!

Cosa visitare a Siviglia? Potrete trovare maggiori informazioni su tutti i luoghi da visitare a Siviglia nel mio articolo: Visitare Siviglia: le 20 attrazioni da non perdere.

Dove dormire a Siviglia

  • Black Swan Hostel: Ostello della gioventù situato a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale e dall’Alcazar. Letto in dormitorio molto elegante e moderno a partire da 17€ a notte, colazione inclusa! I suoi punti di forza: l’atmosfera rilassata, il personale cordiale, le cene gratuite preparate dai volontari. Questa è la scelta migliore se siete alla ricerca di un ostello della gioventù.
  • Hotel Don Paco: Situato nel centro di Siviglia, a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale. Camera spaziosa e letti confortevoli a partire da 60€ a notte, colazione a 10€. I suoi punti di forza: colazione eccellente, atmosfera tranquilla e piscina sul tetto. Il mio preferito a Siviglia per il suo ottimo rapporto in termini di qualità-prezzo!
  • Hotel Fernando III: Situato nel quartiere storico di Santa Cruz e quindi vicino alla Cattedrale e all’Alcazar. Camera moderna e spaziosa a partire da 106€ a notte, colazione inclusa. I suoi punti di forza: la posizione eccellente, la piscina sul tetto, il personale molto utile.
  • EME Catedral Hotel: Situato proprio accanto alla Cattedrale e alla Giralda. Camera doppia molto moderna a partire da 180€ a notte, colazione a 20€. I suoi punti di forza: la migliore posizione nella città, il design dell’hotel, la piscina con vista sul Duomo, la colazione fantastica, il personale davvero disponibile. Non esitate a sceglierlo, è il miglior hotel di lusso di tutta la città!
Alcázar di Siviglia
Alcázar di Siviglia – Uno dei suoi cortili

2) Cordova (1 giorno)

Per questo terzo intero giorno del vostro tour di una settimana in Andalusia, potrete scegliere di dormire a Siviglia se desiderate trascorrere un po’ più di tempo in città o di andare a Cordova.

È quello che ho fatto io durante il mio viaggio in Andalusia, dato che Cordova è facilmente raggiungibile da Siviglia in treno. È la destinazione perfetta per una gita di un giorno!

Come arrivare a Cordoba? Per arrivarci, basta prendere il treno espresso Siviglia – Cordova. Ce ne sono molti ogni giorno e ci vogliono solamente 40 minuti per arrivare. Vi consiglio di prenotare i biglietti in anticipo su Internet così da poter scegliere gli orari di partenza.

A Cordova arriverete alla stazione, situata a circa 15 minuti a piedi dal centro storico.

Nella stazione ferroviaria c’è un piccolo centro di informazioni turistiche. Perfetto per prendere una mappa della città proprio quando arrivate!

Un piccolo aneddoto: quando sono uscito dalla stazione, mi sono incamminato verso la direzione sbagliata e sono andato avanti per più di mezz’ora prima di notare che qualcosa non quadrava. Quindi non andate di corsa e ricontrollate dove andare prima di incamminarvi!

Per raggiungere il centro storico attraverserete un parco (i Jardines de la Victoria). Vi porterà direttamente alla porta Almodóvar, l’ingresso della Juderia, lo storico quartiere Ebraico di Cordova.

Dirigetevi verso la Moschea-Cattedrale di Cordova, il monumento più emblematico della città. L’interno è davvero incredibile, ho amato tantissimo la prospettiva offerta dalle centinaia di doppi archi! Potrete passare 1 ora qui senza neanche accorgervene.

moschea-cattedrale di Cordova
Degli archi, nella moschea-cattedrale di Cordova

A ora di pranzo pranzo, dovreste recarvi in una delle 2 piazze più grandi della città: Plaza de Tendillas o Plaza de la Corredera. Qui si trovano tutti i caffè, i ristoranti e le gelaterie.

Nel pomeriggio, dirigetevi verso le rive del Guadalquivir finché non raggiungete la porta del ponte e il ponte Romano. Attraversate il ponte per raggiungere la torre di Calahorra e godetevi una splendida vista sul fiume, sulla moschea e sull’Alcazar.

Se la torre di Calahorra è aperta, avrete modo di visitare il Museo Al-Andalus che si trova all’interno e salire sulla sua cima per godervi la vista sul ponte.

Attraversate nuovamente il ponte per scoprire il secondo più famoso monumento di Cordova: l’Alcázar de los Reyes Cristianos. Ho amato i suoi magnifici giardini, sono molto ben mantenuti e quindi molto più belli (a parer mio) di quelli dell’Alcazar di Siviglia. Con i suoi sentieri in ombra, le sue bellissime fontane e le aiuole fiorite, è il posto ideale per rilassarsi e fare una pausa.

A seconda del vostro orario di ritorno, potrete visitare un altro dei luoghi da visitare a Cordova. Potrete trovare l’elenco completo su cosa vedere a Cordova nel mio articolo dedicato a questa città.

Una volta che terminato il giro della città, prendete il treno per Siviglia per la vostra ultima notte in città.

I Consigli di Voyage Tips

Per un’esperienza migliore, vi consiglio caldamente di prenotare una visita guidata alla Moschea-Cattedrale e all’Alcazar dei Re Cristiani.

Le guide sono fantastiche, e funge anche da biglietto salta-fila!

Potete acquistarli qui:

Alcazar di Cordova
L’Alcazar di Cordova

3) Ronda e Arcos de la Frontera (2 giorni)

Per il 4° giorno di questi itinerari dell’Andalusia di 6, 7 o 8 giorni, avrete bisogno di noleggiare un’auto. Durante il mio viaggio in Andalusia, ho noleggiato un’auto all’aeroporto di Siviglia. È l’opzione migliore, in quanto vi dà la possibilità di riportare con facilità l’auto nello stesso luogo durante il giorno della vostra partenza, evitando così ulteriori costi aggiuntivi legati al noleggio.

È inoltre possibile trovare delle agenzie di noleggio presso la stazione ferroviaria o in centro, ma è meno conveniente per restituire l’auto prima della partenza.

Una volta ottenuta la vostra auto, sarà il momento di andare alla prima destinazione di questa giornata: Ronda. Da Siviglia, impiegherete circa 1h45.

Ronda è uno dei villaggi più visitati dell’Andalusia. La vista di (e da!) questa città aggrappata ad una scogliera rocciosa scolpita dal fiume Guadalevin nel corso dei secoli lascia senza fiato.

I turisti vengono qui per i molteplici panorami che essa offre sulla valle ed in particolare per il Puevo Nuevo, lo spettacolare ponte che collega le 2 parti della città. Devo dire che è decisamente suggestivo e mi ha regalato l’occasione perfetta per scattare delle foto.

Cosa vedere a Ronda:

  • La Plaza de Toros de Ronda
  • Il Palacio de Mondragón
  • La puerta de Almocábar
  • La Plaza del Socorro

Tutto ciò che dovrete sapere per pianificare il vostro tour di Ronda lo troverete nel mio articolo: Quali sono i migliori luoghi da visitare a Ronda?

I Consigli di Voyage Tips

Per prenotare la vostra auto a noleggio per questo itinerario di una settimana in Andalusia in macchina, vi consiglio di utilizzare la piattaforma di prenotazione di Rentalcars.com. Poiché vi permette di confrontare i prezzi di tutte le agenzie di autonoleggio, è sicuramente il miglior modo per risparmiare un po’ di soldi!

Una cosa davvero ottima che questo servizio offre è una “Assicurazione di protezione completa”. Con questa, otterrete il rimborso in eccesso completo in caso di incidente stradale (o qualsiasi danno fatto alla vostra vettura a noleggio), nonché in caso di truffe da parte delle agenzie di noleggio.

È molto più economica e molto più efficace dell’assicurazione che potete stipulare direttamente dalle agenzie di autonoleggio! (A causa di alcune “false truffe per danni”, mi hanno già rimborsato più di 1300 euro, sempre in meno di 7 giorni!).

È chiaramente il miglior comparatore di prezzi per auto a noleggio nonché la miglior piattaforma per le prenotazioni, vi consiglio di inserirla tra i vostri segnalibri. Cliccate qui per accedere al sito

Ronda
Ronda, uno dei villaggi bianchi dell’Andalusia

Dopo aver visitato Ronda, dirigiamoci ad Arcos de la Frontera, uno dei villaggi bianchi dell’Andalusia.

Per andare da Ronda ad Arcos, attraverserete la famosa strada dei villaggi bianchi: questa attraversa una serie di questi villaggi arroccati, facilmente riconoscibili dalle tipiche case bianche.

Sulla strada, potrete fare diverse pause per ammirarli. Personalmente, mi sono fermato a Zahara de la Sierra, considerato uno dei più belli. Il lago situato ai piedi del villaggio aggiunge davvero del fascino al luogo!

Vi suggerisco di guidare fino alla cima del villaggio per fare una passeggiata tra le sue strade acciottolate, ammirando le tipiche case e godendovi il ​​panorama.

Zahara de la Sierra
Il villaggio bianco di Zahara de la Sierra, in Andalusia

Da Zahara, dovrete guidare per circa 1 ora fino a raggiungere Arcos de la Frontera. Durante il mio viaggio, ho deciso di recarmi direttamente presso il mio hotel, situato in una campagna, ai piedi di Arcos.

Ho prenotato al “El Fogón del duende” attraverso Booking.com e vi consiglio davvero questo B&B: è molto tranquillo, le camere sono grandi, pulite, dispongono di aria condizionata e sono ben arredate, e ognuna di esse ha una terrazza privata. Viene servita inoltre un’ottima colazione fatta in casa!

Un’altra ottima cosa: a solamente 5 minuti di auto, troverete un ottimo ristorante con una splendida vista su Arcos: “La posada del Duende”.

Non è troppo costoso ed il cibo è ottimo, tant’è che abbiamo mangiato qui per altre 2 volte!

Arcos de la Frontera ristorante
La sala da pranzo della Posada del Duende, con vista su Arcos de la Frontera al tramonto.

Durante il quinto giorno del vostro viaggio in Andalusia, faremo qualcosa di un po’ diverso: un’escursione molto semplice nel Parco Naturale della Sierra de Grazalema, situato a soli 30 minuti da Arcos.

All’inizio di Giugno, sono stati chiusi diversi sentieri a causa dell’elevato rischio di incendio in questa zona. Abbiamo scelto l’escursione “El rio Majaceite”, che parte dal villaggio “El Bosque”.

L’escursione parte dal centro informazioni, non potete sbagliare: al vostro arrivo, lo troverete vicino alla prima rotatoria, sulla destra.

Questa bellissima camminata che segue il fiume Majaceite ha una durata circa 4 ore andata e ritorno, ed davvero molto semplice da fare dato che è quasi per tutto il tempo in pianura. La passeggiata è all’ombra e si può nuotare o almeno immergere i piedi nelle acque (fredde) del fiume. Sono andato lì di domenica, e da quel che ho notato, è un posto molto popolare per picnic in famiglia.

Dato che non sarà possibile comprare nulla fino alla fine dell’escursione, non dimenticate di portare con voi bevande e snack. Anche all’ombra comunque faceva molto molto caldo.

Nel mezzo del pomeriggio, sarà il momento di tornare in auto ad Arcos per visitare il villaggio. Non abbiamo trovato tantissimi negozi aperti quando siamo andati lì perché era domenica, ma ci sono alcuni caffè e ristoranti sulla cima del villaggio. Per visitare il villaggio a piedi, seguite la “Ruta del monumento”: è il modo più semplice per visitare tutti monumenti ed i luoghi da visitare ad Arcos.

Dopo aver fatto ciò, la parte più difficile sarà lasciare il villaggio: per quel che vi posso dire, è che è abbastanza complicato guidare lì con tutte quelle strade a senso unico. Devo ammettere che questa volta ho avuto un po’ di problemi, pur avendo il GPS!

Dove dormire ad Arcos de la Frontera

  • Bed and Breakfast El fogon del Duende: Un’ottima scelta se decidete di dormire ad Arcos. Camera doppia da 45€ a notte. La migliore scelta economica!
  • Hôtel Los Olivos: Situato nel centro storico di Arcos all’interno di una tipica casa andalusa. Confortevole camera doppia da 90€ a notte, colazione inclusa. I suoi punti di forza: la vista dalla terrazza sul tetto, la colazione e il personale veramente gentile.
  • Parador de Arcos de la  Frontera: Situato anch’esso nel centro storico di Arcos, camera doppia ampia e tranquilla da 120€ a notte, colazione a 17€. I suoi punti di forza: la splendida vista sulla campagna Andalusa, la casa tradizionale, la posizione migliore. Siete alla ricerca di un posto di lusso in cui dormire ad Arcos? Questo è l’hotel migliore!
Arcos de la Frontera
Basílica de Santa María de la Asunción, in Arcos de la Frontera

4) Cadice (1 giorno)

Per il sesto giorno del vostro tour dell’Andalusia, ci dirigeremo a Cadice, a circa un’ora in macchina da Arcos de la Frontera.

Per arrivare a Cadice, dovrete attraversare l’incredibile Puente de la Constitución, uno dei ponti più alti al mondo.

Quando arriverete in questa città, la cosa migliore da fare sarà quella di parcheggiare l’auto in uno dei suoi parcheggi sotterranei. Vi consiglio “Canalejas – Carranza”, situato vicino al porto. Non potrete mancarlo, è il primo che vedrete appena sarete nelle vicinanze del centro storico.

Iniziate la vostra giornata andando all’ufficio informazioni turistiche per prendere una mappa: si trova proprio accanto al parcheggio. Ecco l’indirizzo completo:

  • Ufficio informazioni turistiche di Cadice: Cuatro de Diciembre de 1977, 32D, 11005 Cádiz

Adesso è arrivato il momento di andare a Plaza San Juan de Dios e poi raggiungere il Teatro Romano de Cádiz. L’ingresso è gratuito e la visita è piuttosto veloce. Quindi dirigetevi verso il monumento più famoso della città: la Cattedrale di Cadice, con la sua cupola dorata. Potete persino salire sulla cima di uno dei suoi campanili.

Dopo aver visitato la Cattedrale, vi suggerisco di recarvi al mercato di Cadice. Se avete fame, questo è un ottimo posto in cui mangiare un buon panino con ingredienti freschi!

La miglior cosa da fare adesso, è di andare sul lungomare, sul Campo del Sur. Seguendolo arriverete direttamente al Castello di San Sebastiano, un altro dei luoghi da visitare a Cadice. Se sceglierete di dirigervi verso questo castello situato su una piccola isola avrete l’occasione perfetta per fare una bellissima passeggiata sul mare!

Se desiderate farvi un bagno, potrete andare sulla spiaggia di La Caleta, situata vicino al castello. Qui, sarà anche possibile visitare l’altro forte di Cadice, il castello di San Catalina.

Continuiamo questa visita dirigendoci verso il Parco Genoves e il Parco Alameda Apocada. Entrambi si trovano vicino al mare, uno dopo l’altro. Lì, potrete sedervi su una delle tante panchine e godervi la freschezza delle sue fontane.

Infine, recatevi a Plaza de España di Cadice per vedere il suo famoso Monumento alla Costituzione del 1812.

Dove dormire a Cadice

  • Cadiz Inn Backpackers: Ostello situato a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale. Letto in dormitorio da 14€ a notte. I suoi punti forti: la sua terrazza sul tetto e lo staff accogliente.
  • Hotel La Catedral: Come suggerisce il nome, si trova proprio accanto alla Cattedrale. Camera moderna ed elegante a partire da 60€ a notte, colazione inclusa. Mi sono davvero innamorato della terrazza sul tetto con piscina all’aperto e della vista mozzafiato sulla cattedrale! Questo è il mio hotel preferito a Cadice per il suo ottimo rapporto qualità-prezzo!
  • Parador de Cadiz: Situato di fronte all’oceano e a 5 minuti a piedi dalla spiaggia di La Caleta. Splendida camera moderna e luminosa a partire da 138€ a notte, colazione inclusa. I suoi punti forti: la piscina esterna con una bella visuale, la qualità del servizio, le camere ben attrezzate, l’architettura originale e moderna. È il miglior hotel della città, perfetto per un soggiorno di lusso a Cadice!

Per questa ultima sera, potrete decidere se dormire a Cadice (date un’occhiata alla lista degli alloggi di cui ho parlato un po’ più sopra), o se trascorrere la notte in uno dei villaggi circostanti in modo da essere un po’ più vicini a Siviglia. Ho deciso di dormire a El puerto de Santa Maria, negli appartamenti del “Los Jandalos” e l’ho adorato!

La notte è costata 80€ e avevamo un appartamento molto spazioso per 4 persone con 2 camere da letto e dei bagni. C’era anche una piscina!

Dopo quest’ultima notte, sarà giunto il momento di far ritorno all’aeroporto di Siviglia per il volo di rientro.

I Consigli di Voyage Tips

Se sarete così fortunati da fare un viaggio di 8 giorni in Andalusia, potrete aggiungere 1 giorno in più alla tappa 1: Siviglia

1) Se siete motivati e non avete programmato di far ritorno in Andalusia, un’ottima scelta è rappresentata da una gita di un giorno a Granada. Ci vorranno all’incirca 3 ore (3h15 in treno) per andare lì, ma è decisamente fattibile! Dovrete partire presto (idealmente, vi consiglio di partire circa tra le 6 e le 6:30 in modo da poter sfruttare al meglio la vostra giornata). Avrete il tempo, ad esempio, di visitare l’Alhambra e il centro storico di Granada.

Se non avete voglia di farlo per conto vostro, ci sono una serie di visite guidate per Granada che partono da Siviglia (in autobus). Fate click qui per prenotarne una adesso!

2) Fate una gita di un giorno al Parco Nazionale di Doñana con una visita guidata. Si tratta della più grande riserva naturale di tutta la Spagna! Non è facile andare lì per conto proprio e non è possibile accedere a tutte le zone, quindi la soluzione migliore è quella di fare un tour guidato in 4×4 da Siviglia.

Potete prenotare la vostra visita guidata in 4×4 cliccando qui.

3) Se siete degli amanti delle città o state viaggiando con dei bambini, sicuramente vi divertirete altrettanto trascorrendo semplicemente un altro giorno a Siviglia.

Cattedrale di Cadice
La Cattedrale di Cadice

Il budget per una settimana in Andalusia

Per darvi un’idea approssimativa sui costi per una vacanza da una settimana in Andalusia, ecco quanto ho speso personalmente:

  • Alloggio per 2 persone per una settimana: 350€
  • Trasporto per 2 (volo da Ginevra + treno Siviglia – Cordoba + noleggio auto): 385€
  • Visite per 2: 85€
  • Cibo per 2: 240€

Totale per 1 settimana in Andalusia per 2 persone: 1060€

Una settimana in Andalusia: le mie impressioni

Di questo tour dell’Andalusia di 7 giorni, ricorderò in particolare i monumenti storici di livello mondiale e la bellezza dei paesaggi.

In una settimana, ho avuto tantissimo tempo per esplorare Siviglia, Cordova, alcuni dei villaggi bianchi e Cadice. Il ritmo del viaggio è stato praticamente perfetto, né troppo lento, né troppo veloce, e ho avuto dunque tutto il tempo che mi serviva per vedere tutto ciò che volevo. È stato davvero l’itinerario perfetto per 7 giorni in Andalusia!

Ovviamente Siviglia è stata incredibile (in particolare la Cattedrale e la Plaza de España) e Cordova, Cadice e Zahara de la Sierra sono state le 3 sorprese più belle di questo viaggio.

Dopo questa splendida settimana, sono decisamente sicuro che tornerò in Andalusia per visitare Granada e la costa Andalusa!

E voi, cosa avente in mente di visitare durante il vostro viaggio in Andalusia di 6, 7 o 8 giorni?

Guide di viaggio Andalusia

State per visitare Andalusia? Questi articoli possono aiutarvi!

Esplora tutti i miei articoli sulla Andalusia: Tutti gli articoli che possono aiutarvi durante il vostro viaggio in Andalusia si trovano qui.

Usate Pinterest? Ecco l’immagine da condividere!

Andalusia cosa vedere in 7 giorni
Itinerario une settimana in Andalusia: cosa vedere in 7 giorni?
Tour: Una settimana in Andalusia – il miglior itinerario di 6, 7 o 8 giorni
5 (100%) 13 votes

Creatore del blog Voyage Tips, amante dei viaggi e della fotografia.

Leave A Reply